giovedì 22 novembre 2007

cronache di ordinaria follia


a volte basta sfogliare i giornali on line per farsi venire le paturnie. oggi leggo che carsicamente è andata avanti, grazie ad un gip evidentemente con le fregole e tempo a disposizione, una denuncia a carico di una maestra; maestra circondata dalla stima di tutti, alunni compresi. colpevole, un anno e mezzo fa, di aver appoggiato .... APPOGGIATO !! per pochi secondi un pezzetto di scotch sulle labbra di un bambino di 5 anni che non stava zitto....
abuso di mezzi di correzione. io alle elementari avevo padre panchetti, un rottweiler di prete sui 140 chili che tirava delle vergate sulle mani da levare il fiato. certo, di questo passo, fare l'appello diventerà contro la privacy. e questo mentre tutti se ne fottono di minori che lavorano a nero in campi e fabbriche. minori italiani. non parliamo di stranieri e delinquenza. schizofrenia pura. se non siete abbastanza depressi andate a guardarvi gli Adams, con lupo mannaro di serie al seguito (leggi i Savoia) che fanno inorridire anche quelli del partito monarchico con le loro pretese di indennizzo. qui le parole mancano. a certe richieste si dovrebbe poter rispondere direttamente con le pedate nel culo. i savoia. avete presente ? il basetta sottaceto ed il labbrone puttaniere corriere della droga assassino. del resto, che regnanti potevamo pretendere ? tutto da noi fa pendant, è il made in italy. altra notiziola; rai e mediaset andavano a braccetto per non rompersi i coglioni a vicenda e per parare il culo allo psiconano. e il primo che fa la faccetta meravigliata con la bocca a culo di gallina si becca una pernacchia. incredibile come le peggiori dietrologie poi vengano suffragate dai fatti. sempre lo psiconano, con una piroetta degna del circo orfei, molla il cerino acceso al fascio sdoganato e al chierichetto caltagironoso brizzolè e figliodiputtè, mentre l'emipadanico gongola, da una parte sola, pregustando amplessi finalmente in due, senza dover porgere kleenex ai copulanti terzi. e anche all'estero non scherzano. l'editore turco vuol mettere il velo a heidi. ma si, heidi, la drogata che parla con le capre. che d'inverno si stropiccia al nonno... heidi, quella che ha ammazzato più neuroni ai bambini negli anni 80 di chiunque altro. le vogliono mettere il burkha. e anche alla rottermeier. i turchi. dev'essere lo stesso gip della maestra italiana... ben altro corpo insegnante quello di madameweb, una sesta soda, come dice lei, una prof di pordenone che nelle pause non dà ripetizioni a brufolosi ritardati, ma si fa inchiappettare a 4 per volta, gira nuda per berlino e se ne fa pure vanto. beh, sta avendo i suoi 15 minuti di gloria. poi la sesta soda si assesterà zona ombelico e verrà dimenticata dall'esercito di onanisti. molto più erotica la ultracentenaria del lincolnshire che alla bella età di 102 anni si fa fotografare nuda per un calendario. 102 anni. nuda. calendario. e ride. e i nipoti e bisnipoti contenti. ma a voi, che effetto fa vivere in un mondo dove gengis khan avrebbe le sue due orette in seconda serata ??

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Mi è venuta spontanea una risata di gusto leggendo questo tuo post... Già...se non fosse che c'è da piangere una catinella di lacrime a vedere queste cose.Non per loro, beninteso, che tanto il suo se lo son fatto (e se lo stanno ancora facendo)ma per noi che - non solo lavoriamo 12 ore al giorno e cerchiamo di riparare a tutto - ma che siamo anche presi per il c.... così!!! Ma diamogli 800.00 euro (esagero con la cifra???) al mese e mandiamoli a lavorare tutti, compreso il sabato e la domenica e vediamo cosa fanno e se hanno ancora voglia di apparire in prima serata coi bigodini e la maschera per le occhiaie ... Mi vien da pensare che era meglio quando andava peggio. A qualcuno di questi signori dovevano dargli le bacchettate sulle mani da piccini, forse imparavano pure a non rubare. Un saluto C.

lube ha detto...

ti correggo sul savoia padre. Non è un assassino. Solo un ritardato. Ha cominciato a sparare sui tedeschi vent'anni dopo. Volgiamo fargliene una colpa?
lube